Il 20° Premio Cairo

21 - 27 novembre 2019 Palazzo Reale, Milano

Giunge alla sua ventesima edizione il Premio Cairo, curato e organizzato dalla redazione di Arte, il mensile d'arte più letto e più venduto in Italia.

In occasione dell'edizione n. 20, il Premio apre all'arte internazionale invitando dieci artisti stranieri a partecipare insieme a dieci italiani.

Appuntamento nelle prestigiose sale espositive di Palazzo Reale di Milano dal 21 al 27 novembre 2019 per vedere in mostra l'opera Teste (Trevis Mapons) di Namsal Siedlecki, vincitore della ventesima edizione del Premio Cairo e le opere degli altri 19 artisti under 40 selezionati dalla redazione di Arte come finalisti.

La giuria

La giuria è presieduta da Patrizia Sandretto Re Rebaudengo - Presidente Fondazione Patrizia Sandretto Re Rebaudengo di Torino. Con lei nel parterre dei giurati: Mariolina Bassetti - Presidente Christie's Italia; Gabriella Belli - Direttore Fondazione MUVE, Musei Civici di Venezia; Luca Massimo Barbero - Direttore dell’Istituto di Storia dell'Arte della Fondazione Giorgio Cini di Venezia; Andrea Viliani - Direttore MADRE, Museo d'Arte Contemporanea Donnaregina di Napoli; Gianfranco Maraniello - Direttore MART, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto. A queste autorevoli personalità, si unisce per la prima volta il grande maestro Emilio Isgrò, artista italiano tra i più noti a livello internazionale.

Il Vincitore

Namsal Siedlecki vince il 20° Premio Cairo con l'opera Teste (Trevis Maponos), 2019, tre elementi, rame elettrodepositato cm 30x12x21 ciascuno.

L'artista vive e lavora a Seggiano (GR). Nel 2015 ha vinto la quarta edizione del Premio Moroso e il Cy Twombly Italian Affiliated Fellow in Visual Arts presso l’American Academy a Roma, e il Gamec Prize presso il Museo Gamec di Bergamo nel 2019.

Da sinistra, Michele Bonuomo, direttore dei mensili Arte e Antiquariato, Urbano Cairo, Presidente della Cairo Editore, Namsal Siedlecki, vincitore del 20° Premio Cairo, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Presidente della giuria del Premio e Filippo Del Corno, assessore alla cultura del Comune di Milano